ENI GAS E POWER: OTTENUTO DECRETO INGIUNTIVO IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO

ENIMantova, 27 luglio 2015: l’avv. Peschiera del Foro di Mantova, legale Confconsumatori, ha permesso ad un consumatore di ottenere in brevissimo tempo la restituzione degli importi illegittimamente trattenuti dalla società di fornitura di gas e luce. Il consumatore aveva sempre regolarmente pagato al fornitore tutte le fatture di acconto che gli erano pervenute nel corso del rapporto.

Dopo diversi anni il fornitore ha emesso una fattura di conguaglio, avvedendosi della circostanza che l’utente aveva corrisposto, in acconto, somme in eccedenza decisamente consistenti e, per la precisione, ammontanti ad oltre 14.000,00€.

Il consumatore aveva richiesto al fornitore la restituzione dell’importo, ma questo, fornendo spesso risposte pretestuose, aveva tardato la restituzione, compensando gli importi delle nuove fatture con il proprio debito.

In tal modo aveva messo il consumatore nella impossibilità di poter ottenere la restituzione immediata degli importi dovuti e di non poter agevolmente recedere dal contratto in essere, avendo il timore di non veder più corrisposta la somma ancora a credito.

L’avv. Peschiera ha richiesto ed ottenuto nei confronti del fornitore la pronuncia di un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo ed ha ottenuto da parte del fornitore, a distanza di soli 12 giorni il pagamento dell’intero importo ancora dovuto e di tutte le spese di procedura.

L’avv. Peschiera ha così commentato la decisione: “una soluzione tempestiva ed incisiva per far valere i diritti del consumatore, troppo spesso succube del sistema e spesso intimorito dall’atteggiamento perentorio delle società che gestiscono le utenze domestiche non solo per ciò che concerne gas e luce, ma anche le linee telefoniche”.

Una soddisfazione per il consumatore che, pochi giorni dopo aver contattato la Confconsumatori, avevano già intascato per intero le somme loro dovute.