Archive for May 2015

IL SEMAFORO DIVENTA ROSSO TROPPO IN FRETTA? CONTESTA LA MULTA

traffic-light-306387_640-255x300Milano, 29/05/2015: Arrivano ai nostri sportelli numerose segnalazioni per la vicenda che coinvolge molti automobilisti disperati che passano sul cavalcavia della Ghisolfa o per via Mac Mahon-Viale Monte Ceneri: salatissime multe per un semaforo troppo frettoloso di diventare rosso!

Infatti, lamentano numerosi cittadini il troppo breve lasso di tempo intercorrente tra il perdurare della luce gialla e il giungere di quella rossa, circostanza che mette a repentaglio non solo l’incolumità dei guidatori ma anche quella dei punti sulla patente.

C’è modo di contestare il fatto? La risposta è si.

Ha infatti stabilito la Corte di Cassazione n. 1847/2014 che il giallo non può durare meno di 3 secondi: pertanto, le multe elevate a causa di un giallo che dura meno sono censurabili (conferme arrivano anche da Gdp Vignola, n. 273/2008 e dall’ordinanza della IV sezione del Tribunale di Milano, del 03/02/2014).

Inoltre, uno studio prenormativo del C.N.R. pubblicato il 10 settembre 2001 e richiamato dalla risoluzione 16 luglio 2007, n. 67906 del Ministero dei Trasporti ha stabilito in tre secondi il tempo di arresto di una vettura che procede entro i limiti di velocità.

Le strade per impugnare il verbale di irrogazione della sanzione amministrativa sono due: il ricorso al prefetto, entro 60gg o il ricorso davanti al Giudice di pace in 30gg.

Confconsumatori fa consulenza gratuita ai propri soci e distribuisce i relativi moduli.

Chiamaci per maggiori informazioni.

Expo 2015. I Consumatori presentano “We 4 You: user solution 2.0”

logo.php

 

COMUNICATO STAMPA del 28/05/15

Da oggi on line il servizio delle AACC lombarde dedicato agli ospiti Expo.

Milano, 28 maggio. Accoglienza, tecnologia e condivisione: sono queste le principali caratteristiche di “We 4 You: user solution 2.0”, un progetto pensato per i visitatori dell’Esposizione Universale 2015, ideato e promosso dalle Associazioni dei Consumatori della Lombardia con la partecipazione di partner istituzionali quali il Comune di Milano e la Regione Lombardia e di aziende come A2A, AMSA e Poste Italiane.

 Accessibile all’indirizzo http://www.usersolution.org/, il sistema offre un servizio di informazione/orientamento, assistenza e intervento che si basa su un modello di interazione 2.0 tra visitatore e AA.CC. Il sito,web responsive e accessibile tramite QR Code anche dai totem presenti sul territorio,  propone 10 differenti aree tematiche  – telefonia, trasporti, ricettività turistica, acquisti e le garanzie, alimentazione e ristorazione, sanità e salute, servizi postali, luce, gas e rifiuti, servizi bancari e altro –  in cui il consumatore può trovare soluzione alla sua richiesta tramite FAQ  o rivolgendosi alle associazioni attraverso una mail dedicata.

 “Con questo progetto le Associazioni dei consumatori hanno inteso unire le forze per offrire un importante servizio a vantaggio degli ospiti di Expo che potrebbero avere bisogno di informazioni o anche di assistenza e consulenza” dichiara Liberata Dell’Arciprete -Segretario regionale di Cittadinanzattiva e capofila del progetto, che prosegue “sono state coinvolte aziende con le quali già collaboriamo e con esse sono state messe a punto modalità di gestione “smart”  dei problemi che meritano di essere presi in carico e risolti”

“I milioni di visitatori attesi a Milano e in Lombardia costituiscono già da ora un formidabile veicolo di promozione internazionale della nostra accoglienza e di incremento della nostra reputazione. Regione Lombardia – sottolinea Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario e presidente del Comitato regionale Consumatori ed Utenti – ha deciso di sostenere questa iniziativa, perché fornisce un servizio utilissimo di tutela e informazione dei consumatori in grado di valorizzare al meglio le potenzialità delle rete per risolvere ogni eventuale criticità che può presentarsi nella fruizione di vari servizi. La grande sfida di Expo 2015 – ha concluso Parolini – è costruire un rapporto di fiducia con i visitatori, soprattutto quelli stranieri, affinché il loro viaggio in Italia non rimanga un’occasione episodica e renda i visitatori testimonial delle nostre eccellenze turistiche”.

 “Il Comune di Milano  aderisce al progetto ‘WE 4 You’ proposto dalle associazioni per la tutela dei diritti del Consumatori che hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa con questa Amministrazione nel 2012, poiché ne condivide gli obiettivi volti alla soluzione delle eventuali criticità che potrebbero ipoteticamente investire centinaia di migliaia di turisti, e in generale di utenti, nel periodo di Expo” aggiunge  Franco D’Alfonso, Assessore al Commercio, Turismo e Marketing territoriale del Comune di Milano. “Nella nostra città arriva ogni giorno di più un flusso altissimo  di  turisti e Milano è al centro dell’attenzione di centinaia di migliaia di consumatori di tutto il mondo: il progetto ‘WE 4 You’ li orienta nella difesa dei propri diritti e rientra nel più vasto programma di iniziative previste dal ‘Patto X Expo’ che ha l’obiettivo di alimentare la ‘grande Rete’ informale che contribuisce a rendere la nostra città sempre più bella, accogliente e a ‘misura di consumatore’, un valore aggiunto che resterà patrimonio della città anche dopo l’Esposizione Universale’” conclude l’Assessore D’Alfonso.

 Il servizio, fornito in italiano e in inglese, sarà attivo per tutta la durata del semestre Expo.

Per info: info@usersolution.org  – 327 7365748

Expo, biodiversità: Consumatori presentano i video “Assaggi del Territorio”

untitledIn occasione del giorno dedicato alla biodiversità, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori, Assoutenti e Confconsumatori, presentano i primi due video dedicati alle eccellenze del territorio lombardo. Sono in tutto 4, ambientati in diversi paesaggi naturali, i brevi film che le Associazioni lombarde hanno realizzato nell’ambito del progetto “L’Expo del consumatore. Alimentazione: Energia per la Vita” il percorso progettuale che chiude la trilogia dedicata all’Esposizione Universale del 2015.

Finalizzati a promuovere la ricchezza della tradizione agroalimentare lombarda e a valorizzare lo stretto legame tra la qualità e l’unicità delle produzioni tipiche e il territorio in cui nascono i video hanno come protagonisti principali il riso della pianura, i vini delle colline e l’olio dei laghi con i salumi e i formaggi di montagna.

DUBBI SUL CONTRATTO DI LOCAZIONE O SUL TUO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA? ECCO IL NUOVO SERVIZIO DI CONFCONSUMATORI MILANO

primopiano-chiaviDubbi sulle clausole del tuo contratto di locazione o sul preliminare di compravendita? Da oggi, Confconsumatori Milano ha attivato un nuovo servizio di controllo delle clausole e consulenza approfondita sui negozi di compravendita o locazione immobiliare.

Chiedici informazioni su costi e modalità del servizio!

Chiama al: 02/83241893 oppure scrivi a: milano@confconsumatori.it

 

Fonsai: come costituirsi nel processo a Milano Confconsumatori è parte civile insieme ai suoi associati nel filone di Torino, già in fase dibattimentale

FondiariaSAIE’ ancora possibile costituirsi nel processo a Milano.

Gli azionisti di Fondiaria Sai, Milano Assicurazioni e Premafin possono ancora costituirsi parte civile nel troncone milanese del processo per ottenere il risarcimento dei danni subiti a seguito dei reati di aggiotaggio e falso in bilancio in relazione a FondiariaSai. Confconsumatori, infatti, si è costituita come parte civile, insieme ai propri associati, in entrambi i procedimenti penali: quello di Torino, già entrato in fase dibattimentale, e quello di Milano, rispetto al quale è in corso l’udienza preliminare.

Il filone processuale milanese è a carico di Paolo Ligresti insieme a Pier Giorgio Bedogni (già dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili di Fonsai) e Fulvio Gismondi (attuario della compagnia assicurativa) oltre alla stessa Fondiaria-Sai. Nei giorni scorsi sono state presentate le eccezioni sulle nuove costituzioni di parte civile: il G.u.p. Andrea Ghinetti scioglierà la riserva all’udienza del 14 maggio, poi si attenderà il rinvio a giudizio. Gli azionisti danneggiati che desiderano costituirsi parte civile potranno farlo fino a quando verrà fissata la prima udienza dibattimentale.

Confconsumatori sta rappresentando diversi cittadini – investitori che avevano investito in titoli Fondiaria Sai, Premafin e Milano Assicurazioni e che hanno subito un danno dalle azioni criminose oggetto di indagine.

Gli interessati possono rivolgersi alle sedi di Confconsumatori, e in particolare:

CONFCONSUMATORI MILANO
Via De Amicis 17 – CAP 20123
Telefono : 02.83241893
Fax : 02.58104162
www.confconsumatorilombardia.com
lombardia@confconsumatori.it
milano@confconsumatori.it
Orari: lunedì-giovedì 10-13 e 14-18; venerdì 10- 13
CONFCONSUMATORI TORINO
Corso Francia 273 – CAP 10139
Telefono:3337924652 – 3315393376
confconstorino@yahoo.it
Orari: su appuntamento.
La sede è nei pressi della fermata della metropolitana POZZO STRADA.

UN DANNO DA 300 MILIONI – Nell’ottobre 2012, le Procure di Milano e di Torino avevano dato il via a una maxi inchiesta in occasione della fusione Unipol – Fonsai per le condotte di aggiotaggio, falso in bilancio e ostacolo agli organi di vigilanza che coinvolgono la compagnia assicurativa Fondiaria Sai, anche attraverso la Holding Premafin. I fatti contestati dagli investigatori riguardano l’occultamento al mercato di un “buco” nella riserva sinistri di circa 600 milioni di euro, la cui mancata comunicazione avrebbe provocato danni ad almeno 12mila risparmiatori, la cui perdita è stimata complessivamente sui 300 milioni. Di contro, un escamotage di bilancio avrebbe, invece, permesso alla famiglia Ligresti di intascare illecitamente dividendi per oltre 200 milioni. Nell’estate 2013 i membri della famiglia Ligresti sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza di Torino e a dicembre si è tenuta la prima udienza del processo contro gli ex amministratori di Fondiaria Sai.

Fondo “Olinda”: esposto da Confconsumatori

PreliosConfconsumatori ha depositato l’esposto alla Consob perché venga approfondita la gestione di Prelios SGR del fondo “Olinda”

Milano, 18 maggio 2015 –  Confconsumatori ha depositato presso la Consob un esposto con il quale si chiede di accertare se vi siano state condotte penalmente rilevanti da parte dei dirigenti della Prelios Sgr S.p.A., nella gestione del Fondo Immobiliare “Olinda”.

La vicenda ha visto coinvolti migliaia di risparmiatori che hanno acquisito quote del Fondo Immobiliare, ritenuto investimento sicuro ed a basso rischio, perché legato alla esistenza di immobili, peraltro messi a reddito con contratti di locazione. È accaduto che, alla scadenza dell’investimento, i risparmiatori hanno subito perdite patrimoniali ingenti che, nei casi più gravi, sono giunte anche al 60% dell’importo originariamente versato.

Leggi la notizia per intero sul sito nazionale cliccando qui

Confconsumatori: appuntamento a “Milano per Voi”

Milanow04 maggio, h. 15,00, canale 191, Milanow: l’appuntamento mensile con Confconsumatori Lombardia e “Milano per Voi”.

Oggi l’avv. Valentina Filippini parlerà di EXPO, dei progetti di tutela e informazione pensati per i consumatori turisti (e non) e delle regole di buona sostenibilità. Seguiteci!