Archive for Settembre 2014

Consumatori 2.0: è online la guida del cyber-consumatore consapevole

CopertinaGuidaITA-300x300

Questa guida dedicata a “I diritti dei consumatori online” vuole essere uno strumento utile nelle mani dei consumatori di nuova generazione, attori in un mondo virtuale ricco di potenzialità e vantaggi, ma non privo di rischi a cui prestare attenzione.

La sua realizzazione e traduzione in più lingue (per raggiungere anche la popolazione straniera) fa parte delle attività a cura di Confconsumatori nell’ambito del progetto “Consumatori 2.0: radicamento e interattività”.

Puoi scaricare la guida a questo indirizzo.

Crociera senza valige: risarcita una famiglia

crocieraPartono per la crociera ma i bagagli restano in aeroporto. Il Giudice di Pace di Catania, Dott.ssa Laura Milazzo, ha condannato la società crocerista e la compagnia aerea a risarcire il danno causato a una famiglia di turisti.

Una signora catanese aveva acquistato, per sé e per i due figli, una crociera di otto giorni denominata “Grandi Città del Baltico”, che prevedeva anche il trasferimento in aereo da Catania a Roma e da Roma a Copenaghen. Pur avendo regolarmente imbarcato i bagagli alla partenza da Catania, questi non erano stati consegnati all’aeroporto di Copenaghen. Due delle tre valigie erano state, poi, riconsegnate dopo quasi tre giorni di crociera, l’ultima, invece, con gli effetti personali della madre e della figlia, era arrivata nel pomeriggio del penultimo giorno di vacanza.

La famiglia catanese aveva così deciso di inoltrare una richiesta di risarcimento in via bonaria, negata dalla società da cui avevano acquistato la crociera. Da qui la decisione di citarla in giudizio. La società crocierista, a quel punto, aveva chiamato in causa la compagnia aerea che aveva effettivamente causato il disservizio. Nel corso del giudizio è stato confermato come i turisti dovettero privarsi dei propri beni ed effetti personali per almeno la metà della crociera e come due su tre passeggeri per l’intera crociera dovettero fare a meno di ulteriori beni, anche non di prima necessità.

Il Giudice, applicando l’art. 43 del Codice dei Turismo, ha sancito che la crociera è a tutti gli effetti un pacchetto turistico e che, quindi, dei danni sofferti dai turisti risponde l’organizzatore. In questo caso la società crocerista, che è stata condannata al risarcimento danni, fatto salvo il diritto di rivalersi nei confronti della compagnia aerea, che è stata altrettanto condannata in solido. In particolare è stato riconosciuto il risarcimento di 500€ ciascuno per la signora e la figlia e di 300 € per il figlio che aveva ricevuto per primo la valigia con tutti i propri effetti.

Leggi la sentenza: Catania_Calì_crocierasenzabagagli_11_8_14

Caos bagagli Fiumicino: nessun limite ai risarcimenti

bagagliFiumicino1I passeggeri che hanno subito danni a causa dello sciopero bianco dei lavoratori di terra dell’aeroporto di Fiumicino potranno chiedere il risarcimento danni che riterranno senza dover sottostare ad alcun limite massimo.

Infatti, se é vero che la Convenzione di Montreal prevede che la responsabilità del vettore é limitata a circa 1.164,00 euro, é altrettanto vero che esiste altra disposizione, che consente, in alcuni casi, la non applicazione di tali limiti.

É quanto la stessa Convenzione di Montreal sancisce nel caso in cui “il danno deriva da un atto o omissione del vettore, dei suoi dipendenti o incaricati, compiuto con l’intenzione di provocare un danno o temerariamente e con la consapevolezza che probabilmente ne deriverà un danno”.

Leggi l’intera notizia sul sito confconsumatori: caos bagagli fiumicino